Banner di INNrete

Commercio Estero - CCIAA di Messina

Menù di navigazione rapido

Logo della Camera di Commercio di Messina

Commercio Estero



#COVID-19: COMMERCIO ESTERO
ATTESTAZIONI DELLA CAMERA DI COMMERCIO SU DICHIARAZIONI DELLE IMPRESE DI SUSSISTENZA CAUSE DI FORZA MAGGIORE PER EMERGENZA COVID-19

 

Alcune imprese della provincia di Messina potrebbero trovarsi nella necessità di dover documentare ai loro clienti esteri, mediante un'attestazione, le condizioni di forza maggiore derivanti dall’attuale fase di emergenza sanitaria da Covid-19.

 

Infatti, in molti contratti di fornitura con l’estero sono presenti clausole che comportano la necessità di produrre tali attestazioni per poter invocare la forza maggiore e far fronte all’inadempimento delle obbligazioni.

A tal proposito, Il Ministero dello Sviluppo Economico ha stabilito con Circolare del 25 marzo 2020 che, su richiesta dell'impresa, le Camere di Commercio, nell’ambito dei poteri loro riconosciuti dalla legge, possono rilasciare - quale documento a supporto del commercio internazionale - le Dichiarazioni sullo stato di emergenza in Italia - (in lingua inglese: "Declaration assessing circumstances related to the outbreak of Covid19 pandemic") - conseguente all’emergenza epidemiologica da COVID-19 e sulle restrizioni imposte dalla legge per il contenimento

Il modulo Richiesta di rilascio dell'Attestazione Covid-19 forza maggiore utilizzabile dalle imprese con sede o unità locale in provincia di Messina è scaricabile nella sezione Commercio Estero. 

 

Come fare

Il modulo Richiesta rilascio dell'Attestazione Covid-19 forza maggiore è scaricabile nella sezione Commercio Estero e va presentato con UNA delle seguenti modalità:

  • con programma CERT'O > richiesta visti - autorizzazioni - copie certificato e allegando il modulo compilato e firmato digitalmente.
    In questo caso il pagamento dei "diritti di segreteria" avviene attraverso il credito della propria utenza telematica.

  • con PEC inviare il modulo compilato e firmato digitalmente a: cciaa.messina@me.legalmail.camcom.it
  • In questo caso il pagamento dei "diritti di segreteria" è possibile con UNA delle seguenti modalità:
    • versamento sul c.c.p. n. 111989 intestato alla Camera di Commercio di Messina, indicando la causale "attestazione covid forza maggiore"
    • tramite tramite bonifico bancario alla Camera di Commercio di Messina, presso BPER BANCABPER BANCA. 
      IBAN: IT84U0538716500000035291911, indicando la causale "attestazione covid forza maggiore".

 

Al messaggio pec deve essere allegata la documentazione che attesta il pagamento, con bonifico bancario o c/c postale, dei diritti di segreteria.

Per velocizzare l’evasione della pratica, si chiede di inviare l’istanza anche al seguente indirizzo di posta elettronica: angelo.salvo@me.camcom.it

 

Costi

3 € per diritti di segreteria.

 

Consegna dell'Attestazione

L'Attestazione / Declaration assessing circumstances related to the outbreak of Covid19 pandemic (in lingua inglese) viene rilasciata dalla Camera di Commercio di Messina direttamente in Ufficio nella giornata di Venerdì (previo appuntamento), dalle ore 9.00 alle ore 12.00

 

doc.png (640 byte) Modello Domanda

getacro.png (687 byte) Modello Domanda

 


Le imprese operanti con l’estero in possesso del numero meccanografico (o “codice meccanografico”) devono provvedere, entro il 31 dicembre di ogni anno, alla convalida del numero meccanografico a suo tempo assegnato, consentendo così l’aggiornamento della propria posizione nella banca dati ITALIANCOM (Italian Companies Around the World), gestita da InfoCamere.

 

Si ricorda che qualora la convalida non venga richiesta, dal 1° gennaio dell'anno successivo il mancato aggiornamento, la posizione dell’impresa quale operatore abituale con l’estero verrà considerata sospesa e il numero meccanografico a suo tempo assegnato non potrà essere utilizzato.

La convalida annuale può essere effettuata in due modalità:
- con un modulo cartaceo, reperibile presso la Camera di Commercio di competenza (lo stesso potrà essere inviato anche per posta, o tramite fax o e-mail, 
  allegando la ricevuta di pagamento dei diritti e una copia del documento di riconoscimento del firmatario);
- in modalità telematica, compilando on-line un apposito modello firmato digitalmente attraverso il servizio Telemaco, collegandosi al sito  
  www.registroimprese.it.

I diritti di segreteria per il rinnovo annuale del numero meccanografico (di euro 3,00) e la tariffa per pratica telematica (di euro 2,00 + IVA) vengono scalati dall'importo prepagato per usufruire dei servizi di Telemaco.

Le imprese che non operano più con l'estero e che non intendono mantenere la propria posizione in ItalianCom tramite convalida annuale, sono invitate a chiedere la cancellazione del Numero Meccanografico.

Si ricorda che qualora la convalida non venga richiesta, dal 1° gennaio 2019 la posizione dell’impresa quale operatore abituale con l’estero verrà considerata sospesa e il numero meccanografico a suo tempo assegnato non potrà essere utilizzato.

Per completezza, ricordiamo che il numero meccanografico è un codice statistico rilasciato alle imprese che svolgono abitualmente un´attività commerciale con l´estero di scambio merci o servizi, ed è assegnato dalla Camera di Commercio ove l'impresa ha la propria sede legale ovvero l'unità locale.
Con la Circolare n. 3576C/ del 6 maggio 2004, l’allora Ministero delle Attività Produttive (ora dello Sviluppo Economico) ha non solo rinnovato profondamente il numero meccanografico, ma ha anche stabilito nuove regole per il mantenimento del numero stesso, prevedendo la “convalida annuale”.

Le nuove disposizioni prevedono che il numero meccanografico sia attribuito solo alle imprese iscritte al Registro delle imprese, attive e in regola con il versamento del diritto annuale, in possesso del requisito di abitualità ad operare con l'estero.
Tale codice comparirà anche sulla visura camerale delle imprese identificandole con "ditte operanti con l'estero".
I dati raccolti dalla Camera di Commercio attraverso l’assegnazione del numero meccanografico confluiscono nella banca dati nazionale denominata ItalianCom (Italian companies around the world), gestita da InfoCamere e che ha sostituito la banca dati SDOE (Sistema degli Operatori con l'Estero)..
Tale banca dati costituisce l'archivio di riferimento essenziale e sempre aggiornato sia per conoscere gli altri operatori economici che lavorano sul mercato internazionale, sia per farsi conoscere da potenziali partners, fornitori o clienti


 

Le Camere di Commercio svolgono funzioni di regolazione e controllo in materia di commercio con l’estero emettendo diversi tipi di certificati.

 

Il Certificato di Origine Comunità Europea è un documento doganale che attesta l’origine della merce e che accompagna i prodotti esportati in via definitiva.

 

Per poter richiedere i certificati di origine l’impresa deve essere ATTIVA, quindi non solo iscritta al Registro Imprese, ma anche operante, con attività di produzione e/o commercio in tutte le sue forme. Il controllo viene fatto attraverso la visura camerale. Non vengono rilasciati certificati di origine a imprese INATTIVE, o esercitanti attività non compatibili con la richiesta di certificato di origine.
La richiesta può essere fatta solo con modalità telematica.
La modalità telematica consente alle imprese di inoltrare via Internet la richiesta di rilascio dei certificati di origine.
Non sarà quindi più necessario avere i formulari dei certificati di origine in azienda perché la stampa degli stessi è a carico dell’ ente camerale.
Le richieste telematiche vanno pagate con modalità telematica, e prevedono l'utilizzo della firma digitale

 

Il Certificato di Origine può essere richiesto alla Camera di Commercio:

  • della provincia in cui il richiedente ha il proprio domicilio, se si tratta di persona fisica, o ha la sede legale, se si tratta di un’impresa o società con personalità giuridica;
  • della provincia nella quale esiste una unità operativa dell’impresa.
 
Sostituzione del certificato di origine
In caso di smarrimento del certificato di origine può essere richiesto un duplicato, a condizione che il richiedente fornisca copia della denuncia di smarrimento presentata alle Autorità competenti. 

 

Il Carnet A.T.A. ha validità massima di 12 mesi e viene rilasciato per l’esportazione temporanea di campioni commerciali (o animali), merci e strumenti professionali destinati a esportazioni o a mostre e fiere, senza pagare alla frontiera imposte e diritti doganali. Non è richiesto nei Paesi dell’Unione europea, salvo che si raggiunga uno di questi attraverso la Svizzera.

 

Definizione e Utilizzo del Carnet A.T.A.


 

Il Carnet Tir consente agli autotreni l’attraversamento delle frontiere senza uscita doganale.
Il documento ha validità solo nei Paesi aderenti alla Convenzione sul trasporto internazionale di merci. Il Carnet Tir è rilasciato nei limiti di disponibilità fissati dall’Iru di Ginevra, previa valutazione dei requisiti di sicurezza economica posseduti dal richiedente.

 



Il Numero Meccanografico, valido per operatori con l’estero, è un codice alfanumerico a otto caratteri attribuito alle imprese che svolgono abitualmente un’attività commerciale estera di scambio merci o servizi.

 


 

getacro.gif (2 Kb) Sportello Telematico CERT'O

 


 

 doc.gif (2 Kb) Conferimento delega Certificati d'origine

 


Informazioni e Numeri Utili
Indirizzo: P.zza F. Cavallotti 3, 98122 Messina - Piano Terra
Funzionario Direttivo: Dott. Angelo Salvo

Tel.: +39 090 7772 297

e-mail: angelo.salvo@me.camcom.it


 

 

Data di redazione: 2/4/2020

 

[Stampa]  [Apri a pagina intera]

Calendario eventi

Marzo 2019
oggi
LunMarMerGioVenSabDom
    1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31