Banner di INNrete

LE NEWS DEL REGISTRO DELLE IMPRESE - CCIAA di Messina

Menù di navigazione rapido

Logo della Camera di Commercio di Messina

LE NEWS DEL REGISTRO DELLE IMPRESE



COMPRO ORO - NUOVI ADEMPIMENTI - Scadenza 15 ottobre 2018

 

 

Si qualifica operazione di compro oro l’attività commerciale che comporta la compravendita, all'ingrosso o al dettaglio, ovvero la permuta di oggetti preziosi usati (per oggetto prezioso usato si intende un oggetto in oro o in altri metalli preziosi nella forma del prodotto finito o di gioielleria, ovvero nella forma di rottame, cascame o avanzi di oro e materiale gemmologico).

 

L’attività di compro oro può essere esercitata in via esclusiva, ovvero in via secondaria rispetto all'attività prevalente.

L’operatore compro oro è il soggetto, anche diverso dall'operatore professionale in oro di cui alla legge 17 gennaio 2000, n. 7, che esercita l'attività di compro oro.

 

Il decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 92, di recepimento della Direttiva (UE) 2015/849, c.d. quarta direttiva antiriciclaggio, ha introdotto una specifica disciplina per l'esercizio dell'attività di compro oro, al fine di garantire la piena tracciabilità della compravendita e della permuta di oggetti preziosi usati.

 

 

Adempimenti

 

1) Licenza della Questura 

L’esercizio dell'attività di compro oro è subordinata al possesso della licenza rilasciata dalla Questura per l'attività in materia di oggetti preziosi, di cui all'articolo 127 del regio decreto 18 giugno 1931, n. 773, e relative norme esecutive.

 

 

2) Iscrizione nel registro istituito presso l’Organismo degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi (OAM). 

La nuova disciplinata introdotta dal decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 92, prevede l’obbligo dell’iscrizione in un registro degli operatori compro oro istituito presso l’Organismo per la gestione degli elenchi degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi (OAM) a norma dell’art. 128 del D.Lgs 385/1993 (TUB).

 

Sono tenuti all’iscrizione nel registro OAM anche gli operatori professionali in oro, titolari di gioiellerie, nella misura in cui intendano effettuare operazioni aventi ad oggetto la compravendita, ovvero la permuta di oggetti preziosi usati.

 

A partire dal 3 settembre 2018 è possibile presentare istanza di iscrizione nel Registro degli Operatori Compro Oro, previsto dall’art.3 del D.Lgs 25 maggio 2017, n. 92.

 

Gli Operatori Compro oro, attivi alla data di cui sopra, che richiederanno l’iscrizione entro il 2 ottobre 2018, potranno proseguire nello svolgimento della propria attività senza dover attendere la pronuncia di accoglimento, da parte dell’OAM, sulla richiesta presentata. 

 

A partire dal 3 ottobre 2018 coloro i quali, invece, non avranno presentato l’istanza di iscrizione, dovranno interrompere lo svolgimento della propria attività. Potranno riprenderla solo dopo aver presentato istanza di iscrizione nel Registro ed a seguito della pronuncia di accoglimento da parte dell’OAM. 

 

La richiesta di iscrizione deve essere presentata ESCLUSIVAMENTE per via telematica tramite il servizio “iscrizione”, presente nella propria Area privata (fare riferimento alla voce “Registrazione al portale web dell’OAM” per ulteriori informazioni). 

 

A far data dal 5 luglio 2017, sono vigenti ed immediatamente applicabili le prescrizioni del decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 92 contenute negli articoli 4 (obblighi di identificazione della clientela), 5 (tracciabilità delle operazioni di compro oro), 6 (obblighi di conservazione), 7 (obbligo di segnalazione delle operazioni sospette) e le sanzioni comminate dall’articolo 10 per la relativa inosservanza.

 

Gli operatori compro oro sono tenuti ai seguenti adempimenti:

 

- Identificare la clientela prima dell'esecuzione di ogni operazione, con le modalità di cui all'articolo 18, comma 1, lettera a), e all'articolo 19, comma 1, lettera a), del decreto antiriciclaggio.

- Le operazioni di importo pari o superiore a 500 euro devono essere effettuate unicamente attraverso l'utilizzo di mezzi di pagamento, diversi dal denaro contante, che garantiscano la tracciabilità dell'operazione medesima e la sua univoca riconducibilità al disponente. L'utilizzo di tali strumenti è obbligatorio, indipendentemente dal fatto che l'acquisto o la vendita dell'oggetto prezioso usato siano effettuati con un'unica operazione o con più operazioni frazionate.

- Utilizzare un conto corrente bancario o postale, dedicato in via esclusiva alle transazioni finanziarie eseguite in occasione del compimento di operazioni di compro oro e per ogni operazione di compro oro effettuata, predisporre una scheda, numerata progressivamente che deve essere conservata per un periodo di 10 anni, al fine di assicurare la tracciabilità delle transazioni effettuate nell'esercizio della propria attività.

- Inviare alla UIF (Unità di Informazione Finanziaria per l’Italia presso la Banca d’Italia) le segnalazioni di operazioni sospette, secondo le disposizioni di cui all'articolo 35 del decreto antiriciclaggio.

 

Esercizio abusivo dell'attività

 

Chiunque svolge l'attività di compro oro in assenza dell'iscrizione al registro degli operatori compro oro di cui all'art. 3, è punito con la reclusione da sei mesi a quattro anni e con la multa da 2.000 a 10.000 euro.

 

 

3) Iscrizione presso la Camera di Commercio – Registro Imprese 

Il commercialista/associazione di categoria scelto/a dall’imprenditore, provvede ad inviare una comunicazione unica (ComUnica) in via telematica al Registro delle Imprese.

 

Occorre allegare alla ComUnica la licenza della Questura, la SCIA per esercizio di vicinato e l'iscrizione definitiva nel  Registro degli Operatori Compro Oro o comunicarne gli estremi.

 

Riferimenti normativi:

-D.lgs. 25 maggio 2017, n. 92, (in vigore dal 5 luglio 2017) recante “Disposizioni per l’esercizio dell’attività di compro oro, in attuazione dell’articolo 15, comma 2, lettera l) della legge 12 agosto

2016, n. 170”;

-Decreto Ministero dell’Economia e delle Finanze del 4/7/2017 ”Chiarimenti in ordine alla vigenza

del decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 92 (compro oro)”.

 

- D.Lgs. 222/2016 (SCIA).



  

 La tua PEC è attiva?

Il 03/07/2018 è stato pubblicato all'Albo Camerale l'elenco delle imprese il cui indirizzo di Posta Elettronica Certificata, iscritto nel Registro delle Imprese, risulta inattivo/scaduto/revocato/duplicato(Direttiva MISE-Ministero della Giustizia del 28 marzo 2015).


Le imprese interessate hanno 30 gg. di tempo per comunicare un nuovo indirizzo PEC oppure riattivare l'indirizzo PEC revocato.


Se si desidera sapere come fare, si può consultare su Wiki la  ( http://wiki.mi.camcom.it/index.php/P.E.C.:_obbligo_di_iscrizione ) procedura per comunicare il nuovo indirizzo e tutte le informazioni sulle conseguenze della mancata comunicazione.

Trascorso il suddetto termine, effettuati ulteriori controlli, l'ufficio trasmetterà al Giudice del Registro l'elenco delle imprese per le quali è possibile disporre la cancellazione della PEC.

 

Consulta la Determina e l'elenco delle PEC: 

getacro.gif (2 Kb) Determina nr. 01 del 03/07/2018

getacro.gif (2 Kb) Elenco PEC

 

Per informazioni:

Agata Denaro

tel. 090-7772 242

agata.denaro@me.camcom.it

 

Rosalba Prete

tel. 090-7772 243

rosalba.prete@me.camcom.it

 



 

 Manuale nazionale per il deposito dei bilanci - Campagna Bilanci 2019

 

Viene pubblicato il Manuale nazionale per il deposito dei bilanci al registro delle imprese - Campagna Bilanci 2019 - versione febbraio 2019.

Il manuale nazionale guida in modo chiaro e dettagliato alla compilazione e all'invio telematico del bilancio d'esercizio.

 

getacro.gif (2 Kb) Manuale bilanci versione 2019

 

La Camera di Commercio di Messina non accetta la procura. Di conseguenza la presentazione del bilancio dovrà essere effettuata da parte o dell'obbligato o del professionista incaricato.



 

Iniziative di qualità dei dati - Novembre 2017


Desideriamo informarvi che, nell’ambito delle attività finalizzate al continuo miglioramento della qualità dei dati del Registro Imprese, sono stati pianificati alcuni rilevanti interventi già concordati con la Task Force ed il Gruppo Qualità RI.
Le iniziative, in gran parte di prossima realizzazione, sono le seguenti:


• Ad ottobre 2017 è stato completato il recupero del codice ATECO dell’attività prevalente da Agenzia delle Entrate per le imprese inattive prive di qualsiasi classificazione. Sono state interessate da questa attività oltre 102.000 imprese;
• Entro metà novembre 2017 le Visure saranno arricchite con il rating di legalità proveniente da AGCM. Le imprese dotate di questa informazione sono circa 4.000;
• Entro novembre 2017 le Visure saranno arricchite con le Certificazioni, provenienti da Accredia, che gli Organismi accreditati rilasciano agli operatori del biologico. Le imprese dotate di tali certificazioni sono circa 65.000;
• Entro metà dicembre 2017 saranno introdotti alcuni miglioramenti alle Visure, particolarmente utili per le Camere accorpate: la testata della Visura erogata allo sportello avrà lo stesso formato di quella Telemaco e la Visura Storica, per le imprese che trasferiscono la sede ad altra provincia, sarà più completa perché conterrà anche le informazioni storiche delle posizioni REA che erano precedentemente sedi;
• Entro gennaio 2018 le Visure saranno arricchite con il nominativo del rappresentante d'impresa dichiarato a fini IVA, proveniente da Agenzia delle Entrate. Le società interessate da questa attività saranno oltre 2 milioni. Inoltre, per le circa 8.000 imprese presenti nel portale scuolalavoro.registroimprese.it, sarà attivato l’automatismo che le registra nell’apposita sezione speciale RASL del Registro Imprese;
• Entro aprile 2018 le Visure riporteranno ulteriori tabelle sulla distribuzione degli addetti nelle diverse tipologie di lavoratori.


Come si può notare si tratta di un insieme di attività che evolvono e rafforzano l’ormai consolidato ruolo di hub informativo del Registro Imprese, affermando il compito delle Camere a supporto costante dell’attività imprenditoriale e dello sviluppo del Paese.

 



L'ufficio del R.I. , come da ordine i servizio del 17/02 scorso del Conservatore, non esigerà più la tassa di concessioni governative per la S.C.I.A. riguardante le leggi speciali, in linea con le risposte dell'Agenzia delle Entrate agli interpelli del CIDEC Campania e Unioncamere Lombardia. 

 

getacro.gif (2 Kb) ORDINE DI SERVIZIO nr. 1 del 17 febbraio 2016



 NOTA OPERATIVA DEL CONSERVATORE - 03/02/2016 -

Trasmissione telematica eseguita da dottore commercialista

 

Con riferimento alla gestione delle pratiche telematiche, tenuto conto delle aspettative dei dottori commercialisti e degli iscritti nella sez. A dell'Albo, cui la legge riconosce da tempo ampie prerogative

si consente che

 

le istanze telematiche dirette al registro delle imprese possano essere sottoscritte digitalmente e trasmesse a cura dei professionisti iscritti nella sez. A dell'Albo dei dottori Commercialisti e degli esperti contabili nell'esercizio delle loro funzioni, su procura dei soggetti tenuti ad eseguire l'adempimento di che trattasi.

Il professionista dovrà rendere nel modulo Note (mod.XX) una dichiarazione, come di seguito indicato.

 

/ NOTE

Il sottoscritto dott./dr.ssa ______________________________, nt. a ___________il ___________, consapevole delle responsabilità penali previste in caso di falsa dichiarazione, ai sensi degli artt. 445/2000, DICHIARA :

  1. di essere iscritto all'ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili della provincia di __________ al nr. _____ e di non avere provvedimenti disciplinari in corso che comportino la sospensione della professione;

  2. di essere stato incaricato a trasmettere la pratica telematica al R.I. e ad eseguire le formalità pubblicitarie inerenti la medesima da parte del/i soggetto/i che, a questo scopo, ha/hanno rilasciato idonea procura speciale che si allega.

     

    Il professionista in possesso della firma di ruolo è affrancato dal rendere nel modulo Note qualsiasi dichiarazione.

 

La presente disposizione è integrata dal modello di procura speciale.

getacro.gif (2 Kb) Procura speciale RISERVATA AI PROFESSIONISTI ISCRITTI SEZ A

doc.gif (2 Kb) Procura speciale RISERVATA AI PROFESSIONISTI ISCRITTI SEZ A


 

 

 


AVVISO IMPORTANTE

CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI


Si avvisano i soggetti operanti nel settore che il fac-simile di procura speciale non sarà più utilizzabile per le pratiche di iscrizione al Registro delle Imprese/REA.

Tutti gli atti, per i quali il Codice Civile o le Leggi Speciali individuano il soggetto legittimato alla sottoscrizione, dovranno obbligatoriamente esser firmati digitalmente da tale soggetto.

La nuova procedura, attiva a partire dal 15 settembre 2014, non si applicherà solo ed esclusivamente per la presentazione delle istanze di cancellazione sia delle ditte individuali sia delle società.

Si ricorda che la prima emissione della Carta Nazionale dei Servizi (CNS) per un legale rappresentante della società o per il titolare dell’impresa è gratuita.

Per maggiori informazioni , vi invitiamo a visitare il nostro sito .

 

CNS - Carta Nazionale dei Servizi



  

 


 

AVVISO AGLI UTENTI


 

Per:

 

  • l' archiviazione di domande non ancora evase;

  • il sollecito di domande non ancora trattate;

  • la segnalazione di errori/inesattezze nelle visure;

 

Vi invitiamo a scaricare, compilare ed inviare il modulo sottostante ( in formato pdf ) , osservando il seguente procedimento:

Stampate il modulo, compilatelo con i vostri dati, ed inviatelo insieme alla copia di un vostro documento di identità a pratel@me.legalmail.camcom.it .

 

Per chiarimenti riguardanti pratiche SOSPESE vi invitiamo ad utilizzare il DIARIO MESSAGGI presente all'interno di ciascuna pratica telematica .

Non saranno prese in considerazione richieste in tal senso che non rispettino la superiore a modalità.

 

MODELLO RICHIESTA ANNULLAMENTO

 


 

 

 

Data di redazione: 27/2/2019

 

[Stampa]  [Apri a pagina intera]

 

Calendario eventi

Giugno 2019
oggi
LunMarMerGioVenSabDom
     1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 

19
 

20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30